Perdonate l’assenza, ma ho avuto un bel da fare in questo periodo.

Oggi voglio parlarvi di un progetto nel quale ho avuto grande empatia con il committente. Una persona molto collaborativa.

Il progetto in questione è il BIKE OPEN LOUNGE ,ideato, modellato, e dipinto da Flab Studio di Interior Design (clicca qui)

OK.. CI SIAMO…

Lui: Ti ho chiamato perchè voglio progettare un locale di successo.

Io: Precisazione, IL TARGET DEI LOCALI NON SONO LE PERSONE per avere successo.

Lui: ma come no?

io: Il target, nei locali, sono i bisogni e i desideri che sei in grado di soddisfare per avere successo.

Il target per il tuo locale sono tutte le persone che hanno un #desiderio o un #bisogno che tu sei in grado di soddisfare.

Il tuo #TARGET sono tutte quelle persone che vengono da te per soddisfare i propri #bisogni e #desideri

detto questo….

Ho iniziato a buttare giù qualche idea su cosa? come? e perchè? fare un determinato tipo di ragionamento per questo  locale estivo.

Inizio a pensare  un ambiente omogeneo,studiandone tutti gli aspetti.
Illuminazione, scenografia, pavimenti,  arredi,complementi, bancone, bottiglieria.

Cosa ne viene fuori per prima cosa?

BIKE il nome è un chiaro riferimento alla BICI. E’ piaciuto subito al proprietario del locale,visto il suo pensiero negativo nell’affrontare un’altra avventura notturna per via della città in cui vive che dà pochi stimoli.

Quindi sono riuscito, già dalla denominazione del locale a fargli capire che “nella vita nulla è impossibile,ma che tutto si può fare senza perdersi d’animo, facendosi accarezzare dal vento come in una pedalata in montagna, assaporando pedalata dopo pedalata il gusto di arrivare in vetta, pedalando parecchio, con umiltà e senso di sacrificio” 

L’idea progettuale girerà tutta intorno al nome. Una vista della consolle.

sdr

La scelta dei materiali e dei colori è stata sviluppata in base ad un concept autorale, cercando di essere di tendenza e orientato sempre al brand.

davAppena entri nel locale ti accorgi di questo angolo sognante, con lucciole flottanti tra i rami degli alberi. Adagiato sull’aiuola il top in legno come invito a staccare la spina dopo una giornata di lavoro e bere il tuo drink in armonia e tranquillità, con amici,moglie e fidanzata sognando grandi e piccole cose.

mde Una quinta separè dove il tempo si ferma per avere il meritato riposo.

Dare la possibilità di regalare il tuo tempo alle persone a te care, senza dover pensare al tempo. Dimenticarsi del tempo e parlare,bere come se non ci fosse tempo a starti dietro. Quando regali a qualcuno il tuo tempo stai regalando un pezzo della tua vita, devi esserne felice di questo.

BIKE E’ ANCHE QUESTO.

sdrQui invece è stato creato un emporio del gin “THE GINPORIUM” per gli amanti del GIN&TONIC.

Ho voluto creare di comune accordo con il proprietario del locale che devo dire persona di spessore e di grande creatività anch’egli, molto collaborativa e piena di energia.

THE GINPORIUM una filosofia,un pensiero, un nuovo modo di vivere il #LOUNGE, coccolando il cliente e assaporando dell’ottimo GIN&TONIC.

Tra i gin più bevuti al mondo c’è sicuramente l’Hendrick’s, distillato in Scozia insieme a una miscela di 11 specie botaniche e facilmente identificabile per la particolare bottiglia verde scuro che richiama quelle usate dai farmacisti in epoca Vittoriana, perfetta per mantenere e conservare le essenze e gli elementi botanici dei liquidi.

Non mi resta che augurare un grosso in bocca al lupo al proprietario e che dio ti benedica.

Francesco Mazza

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...