Certamente una casa,un edifico dal design eccellente, desta ammirazione in tutti noi.

Però bisogna fare attenzione alla funzionalità ed al comfort abitativo, per soddisfare il cliente ed i suoi bisogni: respirare,mangiare ,riprodursi ,non bisogna assolutamente perder d’occhio la salute dello spazio abitativo.

Sappiamo che…

La civiltà umana deve confrontarsi con due gravi problemi: l’esaurimento delle fonti
energetiche oggi più usate e il cambiamento climatico provocato proprio
dall’uso di queste fonti.

Almeno un terzo dell’energia è consumata negli edifici per il riscaldamento invernale e per il raffreddamento estivo. Questi consumi possono essere ridotti ad un quarto, e persino ad un quinto, con il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici.

Costruire case,edifici,ville, casolari  ad alta efficienza energetica è pertanto molto importante, ma sono ancora pochi i professionisti del settore come  architetti, costruttori , interior designer(ti chiederai..come gli interior designer?…certo… anche loro devono stare attenti, al tipo di materiale che si utilizza in ogni spazio abitativo…non sto qui a dilungarmi molto…ma se volessi approfondire —-> chiamami) che conoscono questa complessa materia.

Voglio spiegarti come avere il massimo dell’efficienza energetiche nel tuo spazio abitativo,voglio farti capire come uno studio più approfondito di questa materia da parte di noi professionisti può cambiare in meglio la vita di ognuno di noi.

Come progettare un edifico con il massimo dell’efficienza energetica?

Innanzitutto,bisogna porre particolare attenzione all’ORIENTAMENTO ed alla FORMA dello spazio abitativo che stai andando a progettare.

L’orientamento più vantaggioso è quello verso sud. Le finestre esposte a sud
possono ricevere sole durante tutto il giorno.

Quindi bisogna utlizzare degli ombreggiamenti.

L’ombreggiamento delle finestre previene surriscaldamenti e riduce così la necessità di raffrescare artificialmente gli ambienti; quindi contribuisce al risparmio energetico.
Le facciate esposte ad Est e Ovest pongono maggiori problemi; esse ricevono
luce quando la posizione del sole è bassa (mattina, pomeriggio). Le finestre
orientate verso Est e Ovest sono pertanto meno facilmente ombreggiabili e
spesso la causa di surriscaldamenti.

Queste finestre necessitano schermature mobili, adattabili alla variazione della posizione del sole.

Le finestre esposte a nord ricevono radiazione diretta solo in alcune giornate d’estate e, di solito, non hanno bisogno di schermature.

Particolare attenzione la meritano le falde di tetto esposte verso Sud. Queste
ricevono una massimo di apporti solari in estate, quando la radiazione solare
incide quasi perpendicolarmente. Questo fatto può comportare un
surriscaldamento delle strutture del tetto e degli ambienti sotto lo stesso.

Le falde esposte a Sud sono però ideali per installarvi collettori solari e pannelli
fotovoltaici.

L’efficienza energetica di un edificio dipende anche dalla sua FORMA.

Tanto più piccola è la superficie di una casa, tanto meno energia si disperderà attraverso l’involucro.
Angoli, sporgenze e rientranze, aumentano sensibilmente la superficie
dell’involucro.

Dando all’edificio una forma compatta conviene: si risparmia energia e
anche materiale termoisolante.

Però si ha un problema :

La compattezza, vantaggiosa dal punto di vista energetico, è invece meno
vantaggiosa dal punto di vista dell’illuminazione quando si tratta di illuminare
con la luce del giorno molti uffici per esmpio la superficie della facciata offre meno spazio
per l’inserimenti di finestre.

DOMANDA?

COME DISPONGO GLI AMBIENTI ABITATIVI?

La disposizione degli spazi abitativi bisogna sceglierla in base alla regione in cui ci troviamo.l’esposizione ed il clima cambiano   da regione a regione.

Nelle regioni settentrionali si tratta di captare molto sole in inverno e di ripararsi dai venti
freddi, conviene quindi disporre il salotto sul lato SUD, dove
riceve più sole, e la cucina, il bagno, i locali di servizio e la scala  sul lato NORD, da dove provengono i venti freddi.
Nelle regioni meridionali, il problema principale è il caldo estivo e pertanto
conviene una disposizione che procuri ombra e un’ottima ventilazione.

DIAMO ASCOLTO AL SOLE AL VENTO ED ALL’ACQUA ED AVREMO UN MONDO MIGLIORE.

Per saperne di più contattami

 

 

 

Annunci

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...